Archive for the ‘franchising’ Category

Ingrassa da Mc Donald’s e viene risarcito

venerdì, ottobre 29th, 2010
Si tratta di un ex manager brasiliano della catena di fast food. Il suo lavoro era quello di controllare la qualità del cibo e per far questo ha dovuto assaggiare, tutti i giorni per dodici anni, hamburger e patatine. Risultato? Più 32 chili.
Così l’uomo ha deciso di far causa alla multinazionale ed è riuscito ad ottenere un risarcimento di 17.500 dollari. La sentenza, emessa dal giudice Joao Filho di Porto Alegre, sta facendo il giro del mondo.
Secondo i giornali locali, McDonald’s inviava periodicamente dei “clienti misteriosi” per verificare gli standard qualitativi del cibo e del ristorante. Era talmente forte la pressione che il manager era obbligato ad assaggiare panini e patatine per fare in modo che il cibo fosse sempre di qualità.
Inoltre, ha affermato l’ex manager, McDonald’s forniva a tutti i dipendenti dei buoni pasto gratuiti per poter pranzare a base di Happy Meal o altro….
E adesso? Arriverà il ricorso in appello di McDonald’s?

McDonald's panino

Si tratta di un ex manager brasiliano della catena di fast food. Il suo lavoro era quello di controllare la qualità del cibo e per far questo ha dovuto assaggiare, tutti i giorni per dodici anni, hamburger e patatine. Risultato? Più 32 chili.

Così l’uomo ha deciso di far causa alla multinazionale ed è riuscito ad ottenere un risarcimento di 17.500 dollari.

Secondo i giornali locali, McDonald’s inviava periodicamente dei “clienti misteriosi” per verificare gli standard qualitativi del cibo e del ristorante. Era talmente forte la pressione che il manager era obbligato ad assaggiare panini e patatine per fare in modo che il cibo fosse sempre di qualità.

Inoltre, ha affermato l’ex manager, McDonald’s forniva a tutti i dipendenti dei buoni pasto gratuiti per poter pranzare a base di Happy Meal o altro….

E adesso? Arriverà il ricorso in appello di McDonald’s?

Scusate il ritardo

lunedì, agosto 23rd, 2010

logo 16 libbre1

E’ da un pò che manchiamo, ma ne è valsa la pena….è nato 16 Libbre bakery cafè un nuovo format di ristorazione realizzato dopo un lungo lavoro di progettazione. Si trova presso il c.c. Campania all’uscita di Caserta sud (autostrada A1 Napoli-Roma). Per saperne di più clicca qui.

DSC_6316

Ci scusiamo con tutti coloro che ci leggono, ma per un pò di mesi non saremo costantemente presenti sul nostro blog….ogni tanto però qualche “capatina” la faremo senz’altro.

DSC_6420

A proposito, fateci sapere cosa ne pensate di “16 Libbre” se avete modo di andarci!!

Old Wilde West “copia” McDonald’s con il concept Express

mercoledì, aprile 21st, 2010

Old wild west express

La catena italiana di ristoranti – della Cigierre – ha aperto con l’insegna Old Wilde West Express un nuovo locale, a gestione diretta, presso il centro commerciale Sarca di Sesto San Giovanni (Mi).

Sembra che l’idea del nuovo concept Express sia partita dagli incoraggianti risultati registrati presso l’area di servizio di San Zenone ovest (è la prima ads che incontrate partendo dalla barriera di Melegnano verso Bologna) dove Cigierre ha realizzato, in collaborazione con Autogrill, un OWW Express e dove si è potuta “sfruttare” la struttura già esistente, prima realizzata e gestita da McDonald’s.

Qui, sull’ads di S. Zenone intendiamo, è bastato un intervento di rebranding. Certo, qualcuno dirà “niente di nuovo sotto il cielo…o sotto il sole”,  non è altro che la “copia italiana” di McDonald’s!…ma sarà la brutta o la bella copia? Staremo a vedere! Aldilà delle correnti di pensiero, ci sembra un’iniziativa da seguire con interesse.

McDonald’s punta sul made in Italy, ma le polemiche non si sono fatte attendere

mercoledì, febbraio 3rd, 2010

McItalyPartiamo dai risultati di Mc Donald’s Italia che ha chiuso il 2009 con un incremento dei ricavi del 9,4% e dei clienti del 6,3%, contro una flessione dell’1% del mercato totale della ristorazione informale. Il gruppo ha consolidato un fatturato di 834 milioni di euro con 392 ristoranti attivi tra diretti e franchising, niente male vero?

E dopo questi numeri, Mc Donald’s Italia è determinato a proseguire nelle attività di sviluppo anche nel 2010. Infatti, oltre alle nuove aperture (30 nel 2010), è previsto il proseguo del processo di remodelling – che terminerà nel 2012 – di tutti i ristoranti della catena.

Ma la novità sta nel progetto – già iniziato e patrocinato dal Ministero dell’Agricoltura – McItaly che prevede il lancio di una vera e propria linea di specialità del made in Italy: panini e insalate con carni provenienti esclusivamente da allevamenti italiani, olio extra vergine, formaggio Asiago Dop, crema con carciofi del Lazio, bresaola della Valtellina Igp, pancetta della Val Venosta, grano saraceno, cipolle di Tropea e altro ancora…senza dimenticare il successo dei panini con hamburger e parmigiano-reggiano e dei panini con speak lanciati nel corso del 2009.

Che dire, un bel esempio di attenzione e valorizzazione dei localismi, oltre ad una significativa opportunità per i produttori di casa nostra che grazie all’iniziativa McItaly, si assicureranno contratti di fornitura per oltre 40 milioni di euro l’anno.

Anche se non tutti hanno apprezzato l’iniziativa, - date per esempio una sbirciatina qui - ci sarà qualche anti McDonald’s un pò più contento?

Subway a New York “prende il volo”

martedì, gennaio 5th, 2010

subway_elev

Sembra che gli operai che ricostruiscono il World Trade Center a New York, abbiano un problema:  perdono quasi la metà del loro tempo per ristorarsi.
Per andare incontro alle esigenze degli operai e delle loro aziende ci ha pensato Subway, il più grande franchising – 32.000 ristoranti in 90 paesi – di panini nel mondo, che con l’ausilio di una gru porta il suo ristorante/container all’”altezza” degli operai.

Un’iniziativa che coglie “3 piccioni con una fava”: genera business, fa comunicazione e risolve il problema del tempo “sciupato” dagli operai. Niente male, vero?

Trovato qui

Coin acquista Upim

venerdì, dicembre 18th, 2009

Coin e Upim diventano tutt’uno. L’aver messo insieme questi due marchi storici significa far nascere il più grande gigante italiano dello shopping non alimentare. Un colosso da 1,6 miliardi di euro e con oltre 800 negozi in Italia che comprendono i negozi in franchising ed i brand BluKids e Oviesse.

upim advertising piazza Duomo

L’annuncio ufficiale dell’accordo è di ieri mattina e rappresenta l’atto finale di un corteggiamento durato circa due anni. L’operazione è stata supportata da un consorzio formato da Investitori Associati, Pirelli Re, Deutsche Bank e Famiglia Borletti e sarà perfezionata con l’assegnazione di una quota del 7,5% del capitale di Coin agli attuali azionisti Upim.

C’è da dire comunque che l’acquisizione è subordinata alla riduzione dell’indebitamento di Upim che necessariamente dovrà calare a 52,5 milioni.

E adesso cosa accadrà? Anche se si sostiene che il marchio Upim non scomparirà, (ma molti negozi Upim saranno trasformati in punti di vendita Ovs e Coin) qualche dubbio – se si pensa un po’ più a lungo termine – forse rimane.

McDonald’s. “Il tuo caffè gratis è pronto”

mercoledì, dicembre 16th, 2009

Immagine anteprima YouTube 

 

“Your free coffee is ready” (il tuo caffè gratis è pronto) è la campagna ideata dall’agenzia Cossette in Canada per promuovere il caffè gratis da McDonald’s.

Semplice ma molto seducente! Che ve ne pare?

Burger King. Si canta sotto la doccia

martedì, dicembre 15th, 2009

 

Immagine anteprima YouTube

Pensare di colpire il cliente maschio maggiorenne – che a detta dei responsabili marketing di BK è il target di riferimento per la colazione (in Inghilterra ovviamente) – attraverso un’iniziativa di tale livello, ci lascia “un po’” perplessi. Se però il target di riferimento oltre ad essere maggiorenne è anche low low low profile, allora va benissimo…forse!

Ma veniamo al dunque, ecco di cosa si tratta.

In UK Burger King  ha lanciato un’iniziativa sul web per promuovere la colazione versione junk food. Per far ciò ha realizzato un minisito  – possono accedere solo gli over 18  – con una ragazza che canta in bikini sotto la doccia. Accedendo al sito si potrà scegliere sia la canzone da far cantare alla ragazza “domani”, sia il bikini da far indossare…..

Ma aldilà dei noti temi maschilisti che non stiamo qui ad affrontare, dopo i reality in tv andremo verso i reality promotion? Li possiamo chiamare così?….sarebbe un po’ triste!

Subway sta per superare Mc Donald’s…solo come numero di ristoranti

venerdì, novembre 6th, 2009

Subway

Chi lo avrebbe mai detto!!! Mentre MCD frena sulle nuove aperture, Subway mantiene una media di 40 nuovi negozi alla settimana e per fine anno si stima che il numero dei pdv, a livello mondiale, sarà superiore a quello di MCD.

Attualmente Subway è presente in 91 Paesi con 31.771 31.969 punti vendita, contro i 32.158 di Mc Donald’s che, ultimamente, anziché puntare sulle nuove aperture, si sta focalizzando sull’incremento delle vendite nei ristoranti esistenti.

Le due catene sono sicuramente molto diverse….pensate che un ristorante (continua…)

Upim verso Mestre. La telenovela dell’acquisizione da parte di Coin sembra giungere al termine

giovedì, ottobre 29th, 2009

UPIM

Upim sta ormai cedendo alle “lusinghe” di Coin, anzi si può dire che la cosa è fatta. Mancano solo alcuni “dettagli” da definire, specialmente ciò che riguarda il rapporto con le banche….il peso di oltre 200 milioni di debiti che Upim porterà in quel di Mestre, insieme ad una perdita netta di 19,2 milioni del bilancio 2008, non è cosa da poco!

E dopo anni di voci e smentite sull’acquisto da parte di Coin, sembra che proprio questi numeri di Upim abbiano condizionato la cordata che controlla il gruppo – cioè Investitori Associati (46%), Pirelli Re­al Estate (20%), Deutsche Bank (30%) e Maurizio Borletti (4%) – a riconsiderare le offerte di Coin.

E pensare che solo un anno fa, sembrava che Luca Rossetto (ad di Upim) fosse riuscito ad ammutolire  le voci di vendita!