Archive for novembre, 2009

Per Natale il regalo cinese andrà di “moda”

lunedì, novembre 30th, 2009

made in chinaSembra che per il prossimo Natale di “casa nostra” ci sarà un pieno di regali made in China. E’ quanto emerso da un’indagine che l’Associazione Contribuenti Italiani ha svolto nelle principali citta’ italiane per analizzare quanto e come faranno spese i cittadini alle prese con i regali.

Dall’inchiesta si rileva che il 64% (+ 5% rispetto al 2008) degli italiani compreranno prodotti made in China, il 26% riciclera’ i regali ricevuti nel corso dell’anno e il 10 acquistera’ prodotti italiani.

Ma la cosa che più sorprende è che solo il 55% del campione acquisterà prodotti cinesi per bisogni economici…. infatti, il 34%  comprerà “cinese” perché tanto è convinto che anche i prodotti italiani provengono da quelle parti – non hanno mica torto del tutto! - e, udite udite, l’11% sostiene che il prodotto cinese ha una qualità superiore!

Ancora per quanto l’equazione made in China = qualità scarsa?

I centri commerciali del futuro

mercoledì, novembre 25th, 2009

Centro Vulcano Buono piazza esterna

Su Il Sole 24 Ore il resoconto di uno scenario emerso dal recente Mapic di Cannes dove, in sintesi, si evidenzia la tendenza (e la necessità ) nel rafforzare, nei centri commerciali, le aree ludiche e della ristorazione. A tal proposito in Italia vengono citati come esempi positivi il Vulcano Buono di Nola (Napoli), quello Tiburtino a Roma e la Bicocca a Catania, il primo dei quali – come si sostiene nell’articolo - ha al centro una piazza all’aperto con una gran quantità di giostre e divertimenti……

centro campania

Premesso che questa “gran quantità di giostre e divertimenti” nella piazza all’aperto del  c.c. Vulcano Buono non ci risulta, citare il Vulcano Buono e non il Centro Campania di Marcianise (Caserta) come esempio positivo, ci sembra alquanto singolare!

Leggi qui l’articolo

Retail online. Il successo dell’abbigliamento

mercoledì, novembre 25th, 2009

e-comerce

Solo qualche anno fa pochi avrebbero scommesso sul business online dell’abbigliamento…”il capo di abbigliamento bisogna toccarlo, provarlo, è fondamentale il consiglio di qualcuno…”. Erano un po’ queste le osservazioni di coloro che al retail online dell’abbigliamento non credevano.

Oggi invece leggiamo che – secondo l’indagine B2c svolta dall’Osservatorio Netcomm, il Consorzio del commercio elettronico italiano e School of management del Politecnico di Milano giunto alla nona edizione – il comparto con il tasso di crescita più elevato, oltre il 42% rispetto al 2008, è proprio quello dell’abbigliamento che inoltre, per valore, tra i comparti di prodotto, segue a ruota la prima posizione dell’informatica e dell’elettronica di consumo.

A proposito di questo risultato, Netcomm sottolinea il ruolo chiave di Yoox che con il suo successo è stato il trascinatore di molti operatori del settore.

Il retail online, una strategia irrinunciabile per i retailer tradizionali?

Qui per scaricare le presentazioni di Netcomm

Il flash mob al Microsoft store

mercoledì, novembre 25th, 2009

 

Immagine anteprima YouTube

I ragazzi che lavorano nello store Microsoft di Mission Viejo, in California, ballano sulle note dei  Black Eyed Peas… e i clienti si divertono!

A Napoli un assaggio parigino con il primo temporary store di Louis Vuitton

mercoledì, novembre 25th, 2009

Temporary store Louis Vuitton Napoli via Calabritto

A Napoli in via Calabritto, dove ha sede la storica boutique della maison francese, apre il primo esclusivo temporary shop di Louis Vuitton. Il direttore generale Italia Benoît de Crane d’Heysselaer, che per il pretesto è venuto a Napoli, ha dichiarato:” Abbiamo voluto fare regalo speciale ad una città unica, fantastica, che in sedici anni ci ha dato tantissimo”.

E a pochi giorni dall’apertura, via Calabritto si è trasformata in una piccola (continua…)

Yoox, applicazione su iPhone

lunedì, novembre 23rd, 2009

 

Immagine anteprima YouTube

Fare uno shopping natalizio diverso e liberi dall’ansia del regalo? Con Yoox – l’internet retailer multimarca – si può…presupposto indispensabile, possedere un iPhone!!

«Uso improprio dell’Inno di Mameli». Sospeso lo spot Tv di Calzedonia

giovedì, novembre 19th, 2009

 

Immagine anteprima YouTube

Che Paese ragazzi! A voi la cronistoria della vergogna italiana di quest’ultimo mese!

Lo spot di Calzedonia costruito sulle note e col testo dell’Inno di Mameli, è stato ritirato. Lo “scandaloso spot” aveva irritato particolarmente il presidente della Provincia di Savona Angelo Vaccarezza che il mese scorso aveva denunciato:” L’inno di Mameli non è uno scherzo. È una cosa seria, sentirlo in un spot per pubblicizzare delle calze da donna è una vergogna”.

Il suo grido allo scandalo era quindi finito anche nelle dimore parlamentari per poi accedere sotto le grinfie dell’Associazione Difesa Consumatori Sportivi (?) che ascoltata l’indignazione dei cittadini, ha inoltrato denuncia all’IAP per l’immediata rimozione dello spot.

Ecco il testo (continua…)

Retail design. In Turchia il primo negozio del futuro di Benetton

mercoledì, novembre 18th, 2009

Benetton Istanbul

Un “omaggio” alla Turchia che, come primo marchio internazionale, nel 1985 ha “ospitato” Benetton. E’ anche questo il primo negozio del futuro di Benetton  realizzato a Istanbul.

Benetton Istanbul 1

2.000 mq. in un edificio di 8 piani – di cui 3 sotto il livello zero - progettato dall’architetto Lissoni che ha dichiarato…

Benetton Istanbul 2… “Immaginandomi una città in costante divenire, ho provato a concepire un edificio che è quasi non finito. L’edificio di 8 piani è una costruzione dinamica, data dal fatto di aver immaginato una serie di scatole impilate irregolarmente una sull’altra, galleggianti sopra un piano terra di cristallo. La mia visione è quella di container fluttuanti, appoggiati sopra un volume di luce.”

Il nuovo concept , che rappresenta il primo di una serie di store avveniristici del Gruppo di Ponzano Veneto,è stato il risultato del progetto Opening Soon, mostra organizzata dal Gruppo Benetton in collaborazione con POLI.design, il Consorzio del Politecnico di Milano e a cura di Andrea Branzi e Luisa Collina, professori della Facoltà di Design del Politecnico di Milano.

Un bel vedere per gli amanti del retail design!

Cliccate qui per le altre immagini dello store.

Maurizio Marinella. I negozi storici e la difesa delle identità locali

martedì, novembre 17th, 2009

Marinella Napoli

Dopo aver partecipato alla battaglia per la difesa della libreria Treves, Maurizio Marinella si adopera ancora per difendere le tradizioni, le radici di Napoli. Questa volta il re delle cravatte si schiera per la difesa del Sancarluccio – teatro storico napoletano – e in un’intervista rilasciata a Il Mattino, a proposito della salvaguardia  dei simboli cittadini, fa dei riferimenti ai negozi storici. Ecco uno stralcio dell’intervista:

Dopo la libreria Treves, l’allarme Sancarluccio. Cosa accade a Napoli?
Che diventa tutto ogni giorno più difficile. E certe volte la forza di combattere manca. Se penso a quanti negozi storici hanno chiuso, mi viene il magone. Mi sento sempre più solo.

E’ la legge del mercato.
Io non sono convinto che il mercato voglia questo. Oggi le strade dello shopping di tutte le città sono (continua…)

La Bufala di Esloultimo

lunedì, novembre 16th, 2009

esloultimo fila

Da molte parti, sul web e non solo, si è parlato di Esloultimo (negozio inaugurato a Barcellona lo scorso 16 ottobre) come “del primo negozio dove compri senza pagare”… possibile? Forse c’è qualcosa che non quadra!

Infatti, quando c’è un “gratis” dietro ad ogni iniziativa commerciale, c’è sempre da chiedersi dov’è l’inganno! Vero?

Beh, in questo caso e dopo aver letto qui, Esloultimo ci sembra proprio una bufala… fino a prova contraria!